martedì 10 luglio 2012

UNDICI MILIONI DI BAIONETTE, SETTEMILA POSTI LETTO



... e VENTIQUATTROMILA persone del pubblico impiego mandate a casa!
Questi proclami terribili li ho già sentiti da qualche parte. Portarono solo sventura a chi le pronunciò e alla gente che ebbe la sola sfortuna di essere governata da "lui" e dagli INCOMPETENTI che lo circondavano. E così la nostra povera Italia si prepara alle nuove "leggi razziali". Certo, perché verranno negate a settemila persone, le possibilità di ricovero e cura. Perché i poveri medici dei pronto soccorso non sapranno come fare per ricoverare chi ne avrà bisogno, a meno di non porterselo a casa propria, nel proprio letto.
- Razza di incapaci che ci governate; avete idea di come si conduce un ospedale? Razza di idioti, credete che la gente prenda le medicine, paghi il ticket o la tariffa intera, per il gusto di farlo? Ma dove avete acquistato le vostre lauree, nei supermercati coi punti della Barilla?
Giustissima la lotta agli sprechi, anche negli ospedali, ma iniziamo dalla pletora degli amministrativi, tutti policizzati. Non dai letti che non hanno tessera nè colore politico. Accorpiamo i sei impiegati dell'ufficio anagrafe bestiame, con i due dell'anagrafe popolazione, ma non mandiamoli a casa con lo stipendio dimezzato. E' gente che ha famiglia sulle spalle. Non  possiede auto blu e non mangia a 4,5 euro a pasto al ristorante della Camera.

Insomma ci stiamo davvero stufando di questa gente che vede solo numeri e non sa vedere un'anima dietro alle fredde cifre.

Nessun commento:

BENVENUTO
....a te lettore che passi, ricorda che le parole resteranno e ti sopravviveranno, perciò pesale.