venerdì 28 novembre 2014

Quando il dolore...

So che qualcuno sorriderà con aria di sufficienza ed è a lui che vorrei dire: Non sorridere se perdi il tuo amico del cuore. Lui ti ha dato quello che né tu né io in mille vite avremmo potuto dare mai.
Ha amato senza compromessi, in modo totale, gioendo se la portavamo fuori anche sotto la pioggia, lanciando alti guaiti se lasciata in casa. Mangiucchiava le aste degli occhiali per la rabbia, svuotava i cestini della carta nello studio, gettava a terra i cuscini del soggiorno e appena tornavamo ci sgridava per dieci minuti buoni.
A te che hai sorriso di sufficienza dico solo di averne uno e di innamorartene. Riempirà la tua vita vuota, farà sorridere il tuo cuore quando è nero, ti farà piangere di commozione e quando ti lascerà per sempre scaverai la sua tomba con le lacrime, goccia dopo goccia per inumidire la terra che altrimenti sarà troppo dura, perché nemmeno essa vorrebbe accoglierla tra le sue braccia. Sapeva, saprà, la terra che le tue braccia erano più morbide.
Ciao Maja a una settimana di distanza ci manchi da morire.



1 commento:

salvo figura ha detto...

Per Giancarlo Buonofiglio da Gilippo

BENVENUTO
....a te lettore che passi, ricorda che le parole resteranno e ti sopravviveranno, perciò pesale.