venerdì 1 aprile 2016

Che bel QUADRELLO Marcondirondirondello



OGGI, gironzolando nel web mi sono imbattuto in questo bel "quadretto amoroso": La signorina Rottenmeier al secolo Rinabrundu.com si genufletteva(angolo di 90°) ALL'ESIMIO Prof. Renzetti, grata per le contumelie che quest'ultimo sparava contro la religione cattolica e i suoi fedeli "ignoranti, pecoroni e gregge, quando non porci Orwelliani
". Sembrava la famosa corazzata tedesca Bismarck affondata nei mari del Nord dagli aerosiluranti inglesi.
A far da cornice, anzi da tappezzeria, un certo Andrea che cercava anche lui di darci sotto con le contumelie, seppure in maniera più garbata, ma non reggeva il paragone col Renzetti, aduso ormai da ventennale esperienza nello sport dello "sputonelpiattodovemangio", di cui è campione olimpico. Titolo conquistato presso la Cattedra di fisica(e che fisica!) di Barcellona di Spagna(sarebbe stato meglio Barcellona Pozzo di gotto, dai trascorsi criminali).
Il tapino(Andrea) cercava di dimostrare come la religione fosse nata prima della scienza e da madre fosse poi diventata figlia, una specie di incesto filosofico-materialistico-gay-antropomorfico.
Apriti cielo! La Rottenmeier lo ha bacchettato, sotto le righe( e sotto la cattedra, dove amoreggiava col Renzetti, all'uso Clinton-Monica L.) dicendogli di non permettersi simili libertà. Il sito non consente che si oltraggino Voltaire e Einstein(per inciso il tapino Andrea è un mentecatto, avendo attribuito l'invenzione dell'etere ad Einstein!!) e tutto l'illuminismo che rischiara le buie notti del rosebud.com.
Ma per evitare di essere frainteso, ho intercettato e trascritto il bel dialogo. Ve lo offro così resterete fedeli al vecchio aforisma: "Non esiste miglior modo per imparare a scrivere,che leggere un pessimo libro(o articolo)."
Ecco se vorrete imparare, collegatevi con rinabrundu.com
Meditate gente.










Rate This
Ciao Andrea
Grazie per il tuo commento sempre accorto e rispettoso ma qualcosa non la condivido.
Non è assolutamente vero che “le religioni sono la prima scienza dell’uomo”. In primis il termine e il concetto scienza di per sé non ha nulla a che spartire con la religione:. sono agli antipodi. E poi non è neppure vero che le religioni siano arrivate prima, piuttosto sono arrivate dopo in società molto organizzate non a caso tantissime religioni sono nate anche negli ultimi decenni specie in America. Altra cosa sono i riti di tribù elementari e anche l’anelito al metafisico che sembrerebbe caratterizzate la nostra natura, ma non è neppure vero questo solo che occorrerebbe troppo tempo per dirimere e quel tempo non c’é.
Sui concetti di Trinità e le altre metafore non comincio neppure perché significherebbe che non abbiamo fatto i nostri compiti a scuola o all’Università…. detto altrimenti hanno lo stesso valore, forse meno, delle fiabe di Grimm.
Concordo che quello che chiamo Engine (la fonte, il creatore se vuoi) sia difficilmente entità “antropologicamente cosciente” sarebbe quantomeno ridicolo e ci sarebbe davvero tanto invece da dirimere sull’opzione equazione matematica… Di fatto le migliori menti lavorano su questo anche in campo della Fisica teorica (lascerei perdere la teologia se non ci vogliamo far ridere dietro).
Certo, Eco era circondato da personaggi da par suo ma ritengo che sarebbe davvero giunto il momento di liberare mentalmente anche “il gregge” sul quale continuano a predare indecentemente gli alti prelati ecclesiastici e i truffatori, creatori di culti, a vario titolo….
Mi rendo conto che non è facile e lo ho provato sulla mia pelle (non ci crederesti mai, ma in nome di quella onestà di metodo che applico in tutte le cose, provaci) ma è importante continuare ed ecco perché é importante pubblicare pezzi come quelli del prof Renzetti: bisogna tentare di fare una differenza, far capire che studio e formazione vengono prima di tutto e sono l’unica vera strada verso la nostra crescita intellettuale… finanche spirituale.
Magari ci torno ma come vedi corro… sempre, purtroppo!

Andrea




Rate This
Le tue risposte mi sono sempre gradite, sono ragionate e mostrano altre facce delle medaglie. Talvolta concordo, talvolta meno. Ma ci sono anche le volte dove c’è una sostanziale concordanza di pensiero, ma si esprime in modo diverso. “la religione è la prima scienza dell’uomo” è evidente che tra l’attuale scienza e la religione vi è un abisso incolmabile (e lo sanno sin dai primi tempi del cristianesimo che credevano per fede e non per ragione: credo quia absurdum). Ma se per scienza intendi la curiosità dell’uomo per ciò che lo circonda, filtrata dalla ragione per dominare l’ambiente in cui si vive, puoi immaginare l’uomo primitivo che fabbrica i primi manufatti con sassi e rami si interroghi chi abbia fabbricato gli alberi, le stelle ecc. E la prima ipotesi, e allora era scientifica, è che ci sia qualcosa di invisibile a lui che l’abbia fatto. Col tempo si aggiungono fantasmi e fantasmi chiamati dei, e si costruisce una mitologia. Mi piace pensare che il monoteismo sia nato con Akhenaton (1330 A.C) e trasmesso a Mosè. Ma in tutte le narrazioni si sono intrufolati un sacco di elementi leggendari, per cui oggi è difficile e sinora incerto ricostruire la realtà storica come la intendiamo noi. Recentemente mi è capitato di sfogliare un libro sulla origine delle religioni, l’avrei anche comperato volentieri, ma sfogliandolo vidi che considerava solo tre origini possibili delle religioni, ma tutte di tipo psicologico. Ora che vi sia una parte che incardina i fantasmi delle menti va bene, ma vi è anche una parte razionale da considerare. Considero che le religioni sono la prima origine, la fonte della scienza e della filosofia. Poi sono state superate dai figli grazie ai greci, ma hanno saputo difendersi bene mantenendo una fortissima influenza nella società umana grazie alla quota gregge e leader astuti. Tutte le religioni sono dunque ugualmente “vere” non nel senso fisico materiale, ma nel senso di guida dei comportamenti sociali del gregge. Ciò può giustificare la fede che una parte della popolazione ha, e il fatto che la realtà storica sia piena di elementi leggendari non inficia il valore delle religioni. Se vuoi puoi dividere le attività mentali dell’uomo moderno in due rami principali: filosofia e arte, ragione e sentimenti. La filosofia sovrasta la scienza, e l’arte è regina assoluta. La religione da madre è diventata figlia derivando la fede dai sentimenti dell’arte e la ragione dal suo ruolo socio economico nella società umana. Queste sono le ragioni per cui difendo le religioni (con contorno o meno di assurdità e crudeltà come le sue figlie filosofia e arte). La storia della scienza è una storia di eliminazione di fantasmi, i più “recenti” o moderni sono il flogisto con Lavoisier e l’etere con Einstein, se non sbaglio. Con il DNA si è eliminato lo spirito vitale definitivamente. Rimangono ancora l’anima e il dio antropomorfo. Il gregge è però lontano da ciò.

3 commenti:

salvo figura ha detto...

L'etere era conosciuto già agli inizi del 1800. Il 16 ottobre 1854 il dottor Morton lo sperimentò ufficialmente in un ospedale americano. Fu un mezzo fallimento ma quella data è chiamata "Ether day".
Impari il Signor Andrea, e studi prima di dire cazzate.
Poi mi spiegherà anche cosa sia il flogisto di Lavoisier.

Anonimo ha detto...


Poichè i loro discorsi-commenti quasi collimano, a me sembra di capire che la nostra gentile signora voglia ergersi a paladina di una nuova religione(!?) in cui lei crede e con le cui elucubrazioni mentali, le giovani generazioni si troveranno ad istruirsi e dare un senso alla propria vita.
Sempre per i posteri!

salvo figura ha detto...

Grazie Gavino, credo che tu abbia ragione. La sacerdotessa-Cassandra sta creando una nuova religione di cui sarà vestale!

BENVENUTO
....a te lettore che passi, ricorda che le parole resteranno e ti sopravviveranno, perciò pesale.