giovedì 7 aprile 2016

ROMPO UN GIURAMENTO. Che Dio mi perdoni.



 

 NON COMMENTO NEMMENO. Si commenta da sè.

del 7 aprile


Andrea


Al di là delle credenze personali, le religioni hanno avuto e hanno tuttora una valenza socio-economica fortissima, tanto che è impossibile fare storia senza darne un giusto conto. E bisogna anche valutarle non solo per gli aspetti negativi (almeno sul nostro piano personale), ma anche quelli positivi. Il bilancio è impossibile perché si dovrebbe costruire una storia fatta di se e di ma. E vi è anche un altro aspetto da considerare: il rispetto e la comprensione che dobbiamo avere verso il gregge, che compone la massa di credenti. Che questa massa sia in calo dal Settecento ad ora è vero, ma è tuttora dominante dall’America a noi Europei, d’altronde il paganesimo fu duro a morire. A mio parere è difficile dubitare della esistenza terrena di Cristo, come di Maometto, Mosè ecc. solo per fermarci al monoteismo. Pietro e Paolo vennero a Roma, ed è inverosimile che si siano inventati un fantasma. Che alla moda dei Romani che deificavano gli imperatori, sia stato deificato Cristo è molto verosimile, le evidenti “aggiunte” nei Vangeli e nella tradizione dei Padri sono elementi sui quali riflettere.


Rate This
Ciao Andrea, no, vedi, qui si tratta proprio dell’opposto: di fatto si tratta di una questione personale perché io ho ogni diritto di sbattermene di questa creduloneria conclamata e soprattutto ho diritto di pagare e creare un blog superstition-free. Il problema è proprio questo: non si riesce a farlo. Perché?
Non hai idea degli attacchi al limite dello stalking che ho ricevuto e che mi riserverò di valutare a tempo debito per decidere come procedere… ma detto questo, gli stalker si incontrano sempre… non per questo ci dobbiamo fermare, non per questo dobbiamo declassificarci a “gregge” come dici bene.
So benissimo l’importanza che purtroppo hanno avuto nella storia del mondo le religioni: purtroppo per noi è superiore e più deleteria di ciò che hanno combinato regimi come il nazismo….. (e chi pensa che stia esagerando si decida a leggere storia invece che libretti dell’oratorio). D’altro canto arrivo finanche a dirti che una religione con a capo un personaggio come Papa Francesco non è in fondo il minore dei mali, soprattutto quando incensa e promuove di fatto una data moralità…
Ma non è questo il punto: il punto è che io (soprattutto da quando ho visto come nelle scuole italiane si promuovano insegnamenti deleteri da questo punto di vista, indottrinando i ragazzi con racconti mitici, acque di lourdes e cazzate innominabili che se quel Dio che incensano esistesse davvero li frusterebbe in eterno!!) ho deciso di promuovere una lotta senza quartiere a questo modus pensandi. Ne va del nostro futuro, ne va della nostra coscienza critica, ne va della nostra dignità di uomini capaci e raziocinanti, ne va dell’essenza universale di cui siamo costituiti…. E PRETENDO che su questo blog non si incensino tali insegnamenti diseducativi.
Questo vale per tutti i partecipanti nessuno escluso anche fosse quel Dio in persona. Non mi permetterei mai di andare a pontificare questi mio credo in altri luoghi… ognuno faccia quel che crede, perseguo logiche voltariane… ma sul mio sito NO, NOT IN MY NAME! Chi non si sente, chi trova questo modo di proporsi oltraggioso della sua sensibilità muova oltre, chiunque sia, ma finché questo sito esisterà sarà così.
Rosebud non è il bar, l’ho detto spesso ma forse qualcuno pensava stessi scherzando.. nel caso, dovrà ricredersi!
Ciao, sempre lieta di leggerti e di leggere chi fa onore al concetto di intelligenza.
RB


Articolo tratto da rinabrubdu.com del 7 aprile 2016




ANCORA IL 7 APRILE: LA CONVERSIONE DI SANTA RINA DAL BURUNDI


  • · 
    • Andrea
 Rate This
Anche se l’avevi accennato non pensavo che per te la questione fosse così personale. Nella mia ingenuità immaginavo che chi si presentava su questo blog fosse rispettoso delle opinioni di ciascuno di noi, Perché oltretutto non mi sembri non rispettare delle fedi sincere, anche se il tuo raziocinio fa fatica a capire come un essere raziocinante riesce a credere a cose che in realtà appaiono fandonie difficili da difendere. Personalmente ho una posizione più agnostica, perché noi, anche attraverso la scienza, attingiamo solo ad una parte minima della realtà. In filosofia tutto sommato, non abbiamo superato seriamente né Platone né Aristotele, abbiamo solo approfondito alcuni aspetti dei problemi originari, spandendo un Missisipi d’inchiostri. L’aspetto più grave però è che ti si sono presentati ciurme di imbecilli che si sono comportati come pusher o mafiosi in un bar signorile e ben avviato. Mi dispiace, ma continua a essere coraggiosa e irremovibile, lasciando costoro nella loro rabbiosa ma forse beata idiozia.
PS. Ne approfitto per farti i complimenti per il tuo blog, bello oltre che ben pensato funzionalmente dal punto di vista informatico. Avevo frequentato a suo tempo un ottimo blog di filosofia, che ha funzionato finché ci fu un filtro di controllo. Perso quello è diventato purtroppo un ricettacolo di faziosi imbecilli di destra e di sinistra, di credenti e di atei. Quindi mantieni fermo il polso!
 


 


2 commenti:

Anonimo ha detto...


Siamo ormai nei sottofondi mentali dove passano fiumi pieni di melma e speriamo più veloci possibili, anche se ne resta l'olezzo....intollerabile
Gavino

salvo figura ha detto...

Hai ragione Gavino caro. Ormai è andata del tutto. Morte cerebrale, EEG piatto, potremmo espiantarla! Scherzo, ma è davvero partita per la tangente.

BENVENUTO
....a te lettore che passi, ricorda che le parole resteranno e ti sopravviveranno, perciò pesale.